Cena a Quattro Mani di Cibo di Mezzo: Cerveni e Acquaroli, quando la stima fra due cuochi diventa arte

Nello sterminato libro della narrazione culinaria, un capitolo speciale dovrebbe essere dedicato al fenomeno delle cene a quattro mani. L’osservazione di due grandi chef appartenenti a due diversi ristoranti, intenti a danzare nella stessa cucina, mentre accendono la miccia di deflagrazioni di gusto ed emozione, è uno show mozzafiato. E’ esattamente come guardare due fuoriclasse…

Or – Cucina d’Arte: quando l’amore è l’unica alternativa

“La bellezza salverà il mondo”, scriveva Fedor Dostoevskij. Ci sono istanti e luoghi in cui abusatissimi aforismi della storia della letteratura possono essere riadattati. E allora, facciamolo: “La bellezza salverà la provincia”. Sì, perché Grintorto, minuscola e bucolica località nel cuore delle suggestive e sinusoidali campagne piacentine, è stata probabilmente salvata ed esaltata.  Salvata da…

Da Nadia, dolce ed elegante concentrato di valori italici

Questa filosofia c’è chi la trasforma in un inno della propria cucina, badando a mettere in primo piano la sostanza e in secondo la forma estrema, perché con la prima ci si sazia e si è felici e con la seconda, specie quando rasenta la mania, in fondo, non ci si fa un granché.

Laboratorio Lanzani: il sogno di un pranzo domenicale, fra avanguardia e riqualificazione

Alessandro ha un’epifania, una vera e propria illuminazione. Lì, in via Milano, strada per certi versi disagiata della città, rivede i palazzi del Meat Packing District di New York, gli edifici di Chelsea e le fabbrichette dismesse e recuperate ai bordi della High Line, la ferrovia sopraelevata trasformata in giardino pensile che corre per oltre due chilometri lungo il bordo occidentale di Manhattan.